Regione Lombardia

Assegno di maternità

Ultima modifica 6 marzo 2019

 

DESCRIZIONE

E’ un contributo economico erogato dall’INPS e concesso dai Comuni a sostegno della maternità.

Il contributo viene erogato in un’unica soluzione dall’INPS. In caso di parto gemellare l’importo del contributo è rapportato al numero dei figli.

COME ACCEDERE

Può essere richiesto dalle madri residenti nel Comune, cittadine italiane, comunitarie ed extracomunitarie (in possesso di carta di soggiorno o permesso C.E. per soggiornanti di lungo periodo), sia in caso di nascita che in caso di adozione o di affido preadottivo, con un valore ISEE inferiore ad una soglia prestabilita e prive di altre forme di tutela previdenziale.

QUANDO FARE LA RICHIESTA

La domanda va presentata dalla mamma entro sei mesi dalla data del parto o dall’ingresso in famiglia del minore in caso di affidamento/adozione. Il diritto decorre dalla nascita del figlio.

INFORMATIVA DISPONIBILE PRESSO

Segreteria Servizi Sociali, Punto Comune e sito del Comune.

DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA

La cittadina interessata può presentare la domanda compilata e corredata da attestazione ISEE al Punto Comune o direttamente all’Ufficio Servizi Sociali.

Il servizio di compilazione ISEE è fornito dai CAF.

TEMPI DI RISPOSTA

La risposta viene inviata per posta direttamente alla richiedente entro 30 gg. dalla presentazione della domanda. La liquidazione dell’assegno, a cura dell’INPS, avviene in un’unica soluzione.

SANZIONI

Le dichiarazioni false sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi vigenti in materia.

NORME DI RIFERIMENTO

Art. 74 D.L. 151/2001.