Regione Lombardia

Assistenza Domiciliare

Ultima modifica 28 febbraio 2019

DESCRIZIONE

Il servizio di assistenza domiciliare, rivolto a persone che hanno subito una limitazione dell’autonomia, ha lo scopo di consentire la permanenza nel proprio domicilio, consentire un miglioramento della qualità della vita e promuovere lo sviluppo delle capacità residue degli utenti nonché costituire un momento di relazione e socializzazione, finalizzato al benessere delle persone, rispondendo ad un bisogno che va al di là dell’ordinario svolgimento delle attività di assistenza.

In relazione alla condizione di bisogno rilevata, il servizio può offrire cura della persona, cioè sostegno nella cura dell’igiene personale, anche in condizioni di immobilità a letto e cura dell’igiene personale.

 

COME ACCEDERE

L’intervento viene avviato a seguito di un colloquio di valutazione con l’assistente sociale, che il familiare o la persona stessa possono richiedere in qualunque momento dell’anno.

Successivamente vengono valutate le modalità dell’intervento secondo un programma individualizzato.

In caso di richieste superiori alle disponibilità di ore, si forma una graduatoria e si dà priorità alle situazioni più bisognose (livello del deficit, carenza di risorse economiche e/o di aiuti familiari).

 

QUANDO FARE LA RICHIESTA

In qualsiasi momento dell’anno.

 

DOVE FARE LA RICHIESTA

La domanda d’accesso al servizio, corredata da attestazione ISE, va presentata al Punto Comune.

 

COSTI DA SOSTENERE

Viene richiesto con contributo stabilito in base all’indicatore ISEE.

 

TEMPI DI RISPOSTA

Il colloquio con l’assistente sociale viene fissato, di norma, entro un massimo di 10 giorni dal primo contatto.

 

SANZIONI

Le dichiarazioni false sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali vigenti in materia.

 

NORME DI RIFERIMENTO

L. 328/2000 – regolamento comunale.