Regione Lombardia

Contributo per inquilini morosi incolpevoli

Ultima modifica 6 marzo 2019

Contributi volti al sostegno degli inquilini in condizione di morosità incolpevole e titolari di contratto di locazione sul libero mercato sottoposti a procedura di sfratto.

DESCRIZIONE

Contributi messi a disposizione dalla Regione Lombardia, relativi al contenimento dell’emergenza abitativa volte al sostegno degli inquilini morosi incolpevoli titolari di contratti sul libero mercato e soggetti a provvedimento di sfratto. (D.L. 102/2013, DGR N. X/5644/2016, DGR N. X/7464/2017, DGR XI/602/2018, ed alla Deliberazione della Giunta Comunale n. 245/2016)

COME ACCEDERE

I requisiti necessari per l’ottenimento del contributo sono i seguenti:

Avere ISE non superiore a € 35.000,00 o un ISEE in corso di validità non superiore a € 26.000,00 o un reddito

essere destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità con citazione per la convalida, riferito all’alloggio che occupano al momento della presentazione della domanda;

essere titolari di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi immobili con categorie catastali A1, A8 E A9) e risieda nell’alloggio oggetto della procedura di sfratto da almeno un anno;

avere cittadinanza italiana o di un paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possieda un regolare titolo di soggiorno ai sensi delle normative vigenti;

rientri nella morosità incolpevole a causa di una consistente riduzione del reddito per le seguenti motivazioni (come esplicitato all’art. 2 del decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 202 del 14/05/2014):

Licenziamento

Mobilità

Cassa integrazione

Mancato rinnovo di contratto a termine

Accordo aziendale e sindacale con riduzione dell’orario di lavoro

Cessazione di attività professionale o di impresa

Malattia grave

Infortunio o decesso di un componente della famiglia

Non sia titolare, né lui né un componente del nucleo familiare, di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nella provincia di residenza di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare;

QUANDO FARE LA RICHIESTA

Solo nel periodo di apertura del bando. Il Comune si impegna ad informare attraverso il sito internet del Comune e/o affissione pubblica.

MODULISTICA DISPONIBILE PRESSO

Punto Comune, Servizi Sociali, Sito

VALIDITA’

fino al 29/11/2019

COSTI DA SOSTENERE

//

TEMPI DI ATTESA

Le domande saranno soddisfatte in ordine cronologico al termine della presentazione di tutta la documentazione necessaria allo svolgimento delle verifiche sul possesso dei requisiti generali e specifici richiesti indicati nel presente Avviso, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

SANZIONI

Le dichiarazioni false sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali vigenti in materia.

NORME DI RIFERIMENTO:

D.L. 102/2013, DGR N. X/5644/2016, DGR N. X/7464/2017, DGR XI/602/2018, ed alla Deliberazione della Giunta Comunale n. 245/2016