Disposizioni anticipate trattamento D.A.T.

  • Servizio attivo

Le D.A.T. sono delle disposizioni che la persona, in previsione dell’eventuale futura incapacità di manifestare la propria volontà, può esprimere in merito ad eventuali accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche e singoli trattamenti sanitari.


A chi è rivolto

A qualunque persona maggiorenne, capace di intendere e di volere e residente nel Comune di Lainate.

Descrizione

La Legge n. 219/2017 “Norme in materia di consenso informato e di disposizione anticipate di trattamento” ha istituito le D.A.T. (Disposizioni anticipate di trattamento), al fine di promuovere la piena dignità e il rispetto delle persone, anche nella fase terminale della vita umana.

II Decreto del ministero della Salute n.168/2019, entrato in vigore il 1 febbraio 2020, ha dato piena attuazione alla legge 219, istituendo la Banca nazionale delle DAT. Essa sarà accessibile ai medici nel momento in cui dovranno occuparsi della cura di persone disponenti in stato in incapacità e avrà la funzione di rendere facilmente recuperabili le volontà personali e il nome dei fiduciari a ospedali e strutture sanitarie.

Forma delle D.A.T.

La Legge n. 219/2017 dispone che le D.A.T. possano essere redatte:

  • per atto pubblico
  • per scrittura privata autenticata
  • per scrittura privata semplice consegnata personalmente dal disponente all’Ufficio di Stato Civile.

Le D.A.T. sono esenti dall’obbligo di registrazione, imposto di bollo e di qualsiasi tributo, imposta, diritto e tassa.

Chi è il Fiduciario

La Legge 219 prevede la possibilità di indicare nella DAT un Fiduciario, la cui scelta è rimessa completamente alla volontà del disponente, purché sia maggiorenne e capace di intendere e di volere. Il fiduciario è chiamato a rappresentare l’interessato nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie.

Nel caso in cui le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente.

Come avviene la registrazione

Il disponente deve consegnare all’Ufficio di Stato Civile l’originale della Disposizione Anticipata di trattamento (D.A.T.) e il Modulo di presentazione DAT.

Il modulo di presentazione DAT dovrà essere firmato in presenza dell’impiegato comunale dal Disponente ed eventualmente dal Fiduciario, se nominato, a titolo di accettazione della nomina.

L’impiegato comunale provvede a registrare la documentazione ricevuta e a conservare la stessa in luogo sicuro.

L’impiegato addetto alla ricezione di tali atti:

  • non è responsabile del contenuto della DAT;
  • non è tenuto a dare informazioni circa la redazione delle D.A.T. stesse.

Al Disponente viene rilasciata ricevuta, con il numero di protocollo, dell’avvenuto deposito della D.A.T. Il numero di protocollo sarà anch’esso riportato nel registro nel campo eventuali annotazioni.

Il Comune, con il consenso del Disponente, provvede all’invio, per via telematica, delle D.A.T. alla Banca dati nazionale.

Il Disponente può anche esprimere il consenso per ricevere una notifica via email dell’avvenuta registrazione delle proprie D.A.T. nella Banca dati nazionale. Le copie cartacee delle D.A.T. verranno sempre conservate presso l’Ufficio Stato Civile.

L’iscrizione nel Registro potrà essere revocata dal Disponente in qualunque momento, con le stesse modalità indicate per la presentazione. Il Comune di Lainate provvederà alla trasmissione della revoca alla Banca dati Nazionale.

Come fare

Il cittadino che voglia depositare la propria D.A.T. deve:

redigere la Disposizione Anticipata di Trattamento (D.A.T.) debitamente sottoscritta dal Disponente, ed eventualmente dal Fiduciario, se nominato;
contattare l’Ufficio di Stato Civile al numero 0293598260 o 0293598261 per fissare un appuntamento;
presentarsi il giorno e ora stabilite con originale e fotocopia di un valido documento di identità e originale e fotocopia della Tessera Sanitaria, eventualmente accompagnato dal proprio Fiduciario, se nominato, anch’esso munito di originale e fotocopia di un valido documento di identità;
consegnare all’Ufficio di Stato Civile l’originale della Disposizione Anticipata di trattamento (D.A.T.) e il Modulo di presentazione DAT. Il modulo di presentazione DAT dovrà essere firmato dal Disponente in presenza dell’impiegato comunale, al momento della consegna;

Cosa serve

Chi le consegna deve essere in possesso:

  •          delle disposizioni scritte in merito alle proprie volontà di trattamento terapeutico;
  •          della fotocopia di un documento di riconoscimento valido e della tessera sanitaria del disponente e della fotocopia di un documento di riconoscimento valido del fiduciario;
  •          del modulo, compilato e firmato, al fine della registrazione delle DAT (allegato a questa pagina);

Cosa si ottiene

La registrazione della propria dichiarazione nell'apposito registro, e la trasmissione della dichiarazione alla Banca Dati Nazionale DAT.

Tempi e scadenze

Non sono previste scadenze per la presentazione delle DAT.

Accedi al servizio

Documenti

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile
Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 30/11/2023, 13:47

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona